Senza categoria

ARENZANO-PARMA

Venerdì 11 settembre, sul lungomare tra Arenzano e Varazze, si è svolta l’ottava edizione della “Mare e Monti Half Marathon” .

Oramai collaudato, il percorso si snoda sul lungomare tra l’abitato di Arenzano e Varazze, dove si giunge al 10 km circa per compiere il giro di boa e ritornare al punto di partenza.

La gara, organizzata dalla Polisportiva Arenzano, prende il via alle 18.30 sulla pista ciclabile che collega le due cittadine liguri.

Podio africano per la kermesse ligure, dove sul gradino più alto sale Meli Ezekiel Kiprotic in 1.03.04 seguito da Tyar Abdelhadi con il tempo di 1.05.50 , al terzo posto si piazza Chumba Bernard Kipsang con il crono di 1.06.33 Primo italiano Massimino Luca quinto in 1.10.43

In campo femminile, Epis Giovanna del gruppo Forestale si aggiudica la gara arrivano ottava nella classifica generale con il tempo di 1.15.35 seguita da Papagna Laura del CUS Genova in 1.21.33.Terza piazza per la portacolori dell’Atletica due Perle Caccialanza Elga in 1.22.19

La Podistica Arona era presente all’evento con cinque atleti:

Marco Rossi 32esimo in 1.24.23

Nunzio Magistro 162esimo in 1.36.03

Giuseppe Mannino 599esimo in 2.04.46

Iolanda Ibba 601esima in 2.05.03

Elisabetta Rattazzi 673esima in 2.33.07

 

Domenica 13 settembre, troviamo ancora Marco Rossi presente alla mezza maratona di Parma, che chiude con il tempo di 1.19.39 classificandosi 10° nella classifica generale ed arrivando ad un passo dal podio nella propria categoria.

Due mezze maratone in 36 ore, concluse intorno all’ora e venti, con una media gara sotto i quattro al km.

Che dire…………. semplicemente fantastico.

A tener compagnia al nostro super podista c’era Michela Zanetti classificatasi 384esima con il tempo di 1.53.14

Per la cronaca la gara è sta vinta dal portacolori del CUS Parma Benazzouz Slimani con il tempo di 1.07.30 seguito da Andrea Aragno e Adil Lyazali.

In campo femminile con il tempo di 1.22.42 si aggiudica la competizione Daniela Ferraboschi seguita da Rosa Alfieri ed Elisa Adorni.

 

Marco Cocchi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *