Senza categoria

REGGIO EMILIA

Oltre 3200 i partenti alla 19esima edizione della “Maratona del Tricolore” sull’oramai collaudato percorso del capoluogo emilano che dopo il primo tratto per le vie del centro storico lascia il comune di Reggio per abbracciare i comuni limitrofi.

Il tracciato, è abbastanza difficile e nella  prima parte sale costantemente di altimetria dal 6° al 17° chilometro. Lasciata la città gli atleti giungeranno a Coviolo per poi proseguire alla volta di San Rigo (Km.10) e Montecavolo da dove poi si svolterà attraversando Rubbiano poco dopo l’importante rilievo tecnico della “mezza-maratona”. Giunti a San Bartolomeo  la strada inizia nuovamente a salire dal chilometro 23° sino al 27°, da sempre il punto dove si è decisa la gara. I dislivelli creeranno ulteriore selezione ed il nuovo passaggio a San Rigo (Km. 32). Rimangono poi da percorrere gli ultimi chilometri nella parte della città  che  conduce verso l’arrivo posto in corso Garibaldi davanti alla Basilica della Ghiara.

La competizione emiliana è andata all’atleta marocchino Mokraji Lachen in 2.17.52 seguito dal connazionale Kabbouri Yassine a 30 secondi, Terza piazza per l’ungherese Kovacs Tamas con il crono di 2.18.44. Ad un soffio dal podio l’italiano Buccilli Carmine dell’Atletica Casone Noceto in 2.19.18

In campo femminile ad avere la meglio è la portacolori dell’Atletica Silca di Conegliano in 2.41.56 seguita da un’altra italiana Dardini Claudia in 2.44.49

Al terzo posto si piazza l’atleta Croata Vrajic Marjia in 2.49.21

Per la Podistica Arona ai nastri di partenza c’erano Damiano Rossi che conclude in 3.28.03 al 861esimo posto, Diego Berdozzo 1475esimo in 3.44.45, l’inossidabile Edo Travaini che chiude in 3.46.52 classificandosi 1541esimo e Stefano Fumagalli 2295esimo con il tempo di 4.11.52

Marco Cocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *